VizEat: il social della buona tavola

VizEat: il social della buona tavola

Per gli appassionati dei viaggi e della cucina, arriva una nuova realtà social tutta da esplorare: VizEat, una piattaforma di social eating, che nasce con l’obiettivo di riunire a tavola i viaggiatori e gli autoctoni, al fine di scoprire i sapori, i profumi e le culture locali di ogni luogo del mondo, in modo unico e autentico.

Camille, turista appassionata di cultura cinese, ha avuto l’idea di utilizzare il cibo come mezzo per scoprire le tradizioni più diverse; così nel 2014, insieme all’amico Jean-Michel, ha creato VizEat per dar l’opportunità a chi desidera viaggiare, senza percorrere itinerari preordinati, di cogliere la vera essenza dei luoghi visitati, andando ad assaggiare i piatti preparati dagli abitanti dei paesi visitati.

Stando alle stime riportate dal sito internet ufficiale di VizEat, oltre 20.000 persone hanno già condiviso un pasto a casa di un cittadino straniero oppure fatto una gita al mercato locale e, sempre secondo i suddetti dati, gli ospitali abitanti si possono trovare in più di 50 paesi del mondo ed hanno organizzato circa 1500 eventi.

Ma come funziona VizEat?

Innanzitutto bisogna avere le idee chiare: si desidera ospitare oppure si preferisce girovagare? Nel primo caso si diventa host, nell’altro guest.

Per diventare host, è sufficiente cliccare sul rettangolo rosso in alto a destra e iscriversi; l’iscrizione può avvenire tramite facebook (in tal caso i gestori di VizEat assicurano che non pubblicheranno mai nulla sulla bacheca personale degli iscritti) oppure tramite il sito inserendo generalità e mail.

Chi si registra come host pubblica un evento, ossia offre la propria compagnia insieme ad un menu studiato in base alla propria esperienza e cultura in cucina; dopodiché aspetta le prenotazioni da parte dei turisti, con i quali ci si può accordare personalmente per giorno e ora dell’incontro. Per ogni pranzo, cena, brunch, merenda o gita al mercato offerta dall’host, è previsto un prezzo unitario che lo stesso host ha diritto di stabilire, nel rispetto dei costi delle materie prime e del tempo impiegato a realizzare piatti più o meno elaborati, e che riceverà il giorno successivo all’evento.

Diversamente, se si preferisce essere ospitati, basta scrivere, nello spazio “Dove vuoi mangiare” il nome della città in cui si desidera scoprire qualcosa di nuovo attraverso l’esperienza culinaria oppure scegliere tra gli eventi calendarizzati nelle città proposte in home page. Successivamente, aprendo l’evento scelto, l’utente potrà leggere le informazioni occorrenti a capire se è di suo gradimento, leggere i commenti lasciati dagli host precedenti e prenotarsi online.

Un’esperienza così si potrà fare da New York a Bangok passando per Londra, Parigi o Roma, dove si potranno trovare diversi tipi di cucina, accontentare anche vegani e vegetariani e coloro che stanno sempre attenti al risparmio in quanto grazie al filtro di ricerca in base al prezzo si possono ricercare facilmente anche menù low cost.

Luciana Spina

Share this:

Leave a Reply

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

5.291 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress