Twitter: sì alla sicurezza con il Safety Center

Twitter: sì alla sicurezza con il Safety Center

Twitter, il portale di microblogging che consente a tutti gli utenti di esprimere liberalmente i propri pensieri e la propria opinione in 140 caratteri, oggi sceglie di creare un sito dedicato alla Sicurezza, con specifiche sezioni indirizzate alle famiglie, agli adolescenti e agli educatori, al fine di sensibilizzare gli utenti e di renderli consapevoli delle loro opportunità.

Per adesso disponibile soltanto in lingua inglese, il Safety Center si caratterizza come uno strumento importante, in grado di fornire le linee guida per non subire abusi su Twitter e per tutelare la propria sicurezza, nonché in linea generale per agire di conseguenza.

Tra le opzioni che vengono raccomandate all’utente, viene esplicitato che su Twitter sarà possibile comportarsi in diversi modi per tutelarsi, ossia sarà possibile sia ammutolire chi ci infastidisce, ma anche bloccarlo o persino segnalarlo allo staff che farà le opportune verifiche.
Queste opzioni, che non sono mutuamente esclusive, possono essere intraprese anche in sequenza in caso un utente da semplice disturbatore, diventi insistente.

Esaminiamole nel dettaglio: come agire contro un disturbatore?
Nel caso in cui si decida di agire contro un determinato utente, è necessario cliccare su un Tweet dello stesso e posizionare il mouse sui tre puntini allineati. A quel punto si aprirà un menù a tendina (vedi foto):

  • Togli voce: attraverso questa scelta, non vedremo più i Tweet del contatto in questione nella nostra cronologia (la voce dell’utente può essere ripristinata, semplicemente andando sulla pagina dell’utente >> Ridai voce);
  • Blocca: l’utente bloccato non potrà più seguirci o inviarci messaggi. Per saperne di più sulla funzione di blocco, consulta il blog di Twitter: Blog di Twitter.
  • Segnala: segnala è la funzione più drastica che ci mette davvero in contatto con il Team di Twitter, che farà le opportune verifiche.

tweet-twitter-abuse-mute-block

Un’altra soluzione semplicemente meno invasiva è quella di cliccare Smetti di Seguire, ma ovviamente è quella meno drastica delle tre proposte in precedenza: per essere chiari, vale quanto togliere un Like su Facebook.

Per conoscere quali sono le opportunità che Twitter offre per gestire i Tweet e i Follower, clicca qui: Blog di Twitter.
Per visitare il nuovo Centro di Sicurezza Twitter, clicca qui: Safety Center (EN).

Livia Ranieri

Share this:

Leave a Reply

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

4.902 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress