Smog: il sensore iSPEX misura i livelli di inquinamento

Smog: il sensore iSPEX misura i livelli di inquinamento

E’ già attiva la campagna iSPEX-EU che, parte del Programma Quadro per la Ricerca e l’Innovazione, Horizon 2020, nasce con l’obiettivo di coinvolgere i cittadini nel monitoraggio dello smog, fotografando l’aria, attraverso l’utilizzo di un particolare sensore iSPEX dedicato alla misurazione della torbidità dell’aria.

Come partecipare?
Nel nostro paese, iSPEX sarà disponibile a Roma e a Milano, nei punti vendita convenzionati, in cui sarà distribuito e verranno fornite tutte le informazioni occorrenti: gli utenti, che decideranno di partecipare alla sperimentazione, dovranno montare lo strumento di misurazione ottico dello spessore atmosferico alla fotocamera del proprio smartphone, che deve essere esclusivamente un iPhone 4 – 4S oppure 5 – 5S, e scaricare l’apposita app.

progetto-smog

Poi, sarà sufficiente iniziare a scattare le fotografie al cielo, purché questo sia soleggiato.
Una volta scattata l’immagine, ogni partecipante alla sperimentazione dovrà inviarla entro 10 minuti alla centrale di elaborazione europea, dove i dati verranno elaborati per creare delle mappe, indicanti la qualità dell’aria: si raccomanda ai cittadini di scattare 3-4 foto al giorno e di rispettare i tempi di invio delle immagini.

Alla fine della campagna i dati raccolti tramite il sensore verranno studiati in modo più accurato, mettendo a disposizione le mappe dell’areosol rilevato dai cittadini delle città europee aderenti al progetto: lo scopo è quello di coinvolgere tutti, dai ricercatori ai semplici appassionati di scienza e tecnologia, passando per studenti e attivisti, perché il diritto ad un’aria pulita è di tutti.

Per maggiori informazioni: iSPEX-EU

Luciana Spina

Share this:

Leave a Reply

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

9.102 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress