Galaxy S6: ottimizzare le prestazioni del device

Galaxy S6: ottimizzare le prestazioni del device

La Samsung insieme ai suoi nuovi dispositivi lancia anche un’app per garantire un’ottimale funzionalità e il controllo delle prestazioni del device.

Stiamo parlando della Smart Manager, la prima app mobile made Samsung che permetterà all’utilizzatore di controllare e monitorare il funzionamento del proprio Samsung Galaxy S6, senza la necessità dell’intervento di un tecnico.

Tramite la Smart Manager si potrà gestire la batteria, lo spazio di archiviazione, la RAM e la protezione del dispositivo.
Difatti, la sua schermata principale è suddivisa in quattro sottoschermate, ognuna dedicata ad un monitoraggio specifico.

galaxy-smart-manager-app

Attraverso la finestra Battery sarà possibile verificare lo stato della batteria, il suo funzionamento e anche attivare le opzioni Risparmio Energetico e Risparmio Energetico Avanzato.

Il Risparmio Energetico consentirà all’utente di risparmiare la batteria con la riduzione della luminosità dello schermo, la diminuzione della frequenza dei fotogrammi e la disattivazione dell’illuminazione dei tasti.
In aggiunta, tramite questa opzione, verranno limitate anche le prestazioni massime della CPU e ridotto l’intervallo di tempo precedente allo spegnimento dello schermo.
Il Risparmio Energetico Avanzato, invece, imposterà sul dispositivo un tema semplificato in scala di grigi e inibirà l’accesso ad alcune applicazioni.
Infine, sempre tramite la finestra Battery, si potrà individuare anche quali applicazioni consumano di più e verificare se ci sono applicazioni che in modo anomalo sfruttano la batteria, ossia persino quando lo schermo è spento.

La seconda finestra è quella Storage: con questa funzione si potrà controllare lo spazio occupato sul nostro dispositivo, eliminare i dati relativi alla cache ed le applicazioni non utilizzate, per recuperare spazio in memoria.
Simile funzionalità è quella svolta dalla terza finestra RAM, che monitora la RAM, quindi le applicazioni aperte su dispositivo in contemporanea, che potrebbero minarne la performance.

Infine l’ultima finestra è relativa alla Device Security, che permetterà all’utente di controllare che sul proprio device non ci siano accessi indesiderati, nonché separare i file del lavoro da quelli del tempo libero.

Livia Ranieri

Share this:

Leave a Reply

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

5.291 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress