I progetti Smart Communities premiati a Smau Milano 2015

I progetti Smart Communities premiati a Smau Milano 2015

Sono dodici i progetti che hanno ricevuto, il 22 ottobre, il Premio Smart Communities, durante la seconda giornata della 48a Smau – Esposizione Internazionale di Information & Communications Technology, che si conclude oggi a Milano. La premiazione, all’interno del convegno “Smart Communities e Innovazione Sociale come motore di sviluppo del territorio”, è avvenuta dopo aver scelto tra ben 43 finalisti.

Sono stati premiati 12 progetti, sviluppati dai seguenti enti:

  • Comune di Verrua Savoia: una rete wireless a basso costo e ad alte prestazioni, sperimentata dal laboratorio iXem Labs del Politecnico di Torino. Il progetto è stato accolto dai cittadini, che hanno fondato il primo provider no profit, garantendo che la nuova tecnologia arrivi anche agli anziani e ai bambini delle scuole.
  • Areu – Azienda Regionale Emergenza e Urgenza di Regione Lombardia: l’app gratuita Where are U?, per chiamare direttamente la Centrale del Numero Unico di Emergenza della Lombardia (112) e in contemporanea inviare la localizzazione e l’indirizzo del chiamante.
  • Polizia locale del comune di Brembate: il dispositivo intelligente di videosorveglianza mobile V.I.S.T.A. Installato all’interno della barra luminosa sul tetto dell’autovettura di servizio, è in grado di controllare i veicoli in circolazione e segnalare in pochi secondi se si tratta di un’auto rubata, con l’assicurazione scaduta o senza revisione.
  • Associazione Sportiva Rugby Milano: si chiama Catapult il sistema intelligente che monitora prestazioni fisiche e agonistiche di ogni giocatore. Attraverso diversi sensori (GPS, accelerometri, giroscopi, magnetometri) inseriti in una canottiera, vengono misurate caratteristiche cinematiche e inviate in tempo reale a bordo campo.
  • Comune di Aquila: il progetto è un accordo con l’Enel Distribuzione e riguarda la ricostruzione post-sisma, per ripristinare, potenziare e rendere “intelligente” la rete di distribuzione dell’elettricità; aumentare la consapevolezza dei cittadini circa i propri consumi di energia elettrica e ridurre i costi; e agevolare la diffusione dei veicoli elettrici.
  • Comune di Montepulciano: il comune e l’Università Marconi di Roma hanno sviluppato una piattaforma digitale che calcola la Carbon Foot Print – la quantità di CO2 emessa nell’atmosfera – durante tutto il ciclo della produzione del Vino Nobile di Montepulciano DOCG.
  • Comune di Milano: l’ecosistema Milano Smart City coinvolge una serie di progetti che si intrecciano tra di loro, con strumenti specifici creati dal comune per assicurare una governance orizzontale. L’obbiettivo è assicurare che l’intreccio tra più soluzioni sia visibile a tutti gli operatori coinvolti e anche ai cittadini.
  • Comune di Gangi: un percorso per riqualificare il suo patrimonio architettonico, storico e culturale; salvaguardare l’ambiente; valorizzare le risorse agricole e zootecniche; rilanciare e destagionalizzare il turismo. Per far rinascere il centro storico, il comune vende gli immobili abbandonati a 1 euro.
  • ENEA – Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile e Comune di Favignana: Turismo sostenibile per le isole Egadi, un progetto pilota destinato a valorizzare e incrementare l’attività turistica ma, allo stesso tempo, ridurre il suo impatto ambientale ed energetico sul patrimonio naturalistico e le risorse del territorio.
  • Comune di Castro: un sistema di monitoraggio smart che aiuta la protezione civile a controllare gli eventi pericolosi prima ancora che si manifestino, poiché, attraverso sensori di monitoraggio multiparametrico, attiva sistemi di allarme: si tratta di Simona PC. Il suo utilizzo permette ridurre i costi di gestione del territorio e i tempi di intervento.
  • Comune di Fidenza: un progetto triennale, avviato insieme alla startup AeroDron, utilizza i droni con due scopi: rilevare l’amianto su tutta l’area urbana e limitrofa attraverso immagini multi spettrali, e mappare la dispersione energetica invernale e delle isole di calore estive, grazie alle immagini spettrali all’infrarosso. Gli obbiettivi sono rimuovere l’amianto, e pianificare gli interventi energetici in futuro.
  • Expo Milano 2015: la piattaforma digitale che gestisce le attività in rete, le esigenze multimediali, le necessità di sicurezza informatica, e in generale tutte le esigenze di comunicazione della fiera. Il funzionamento perfetto di questo progetto lo rende un modello unico di digital smart city.

Per conoscere in dettaglio tutti i progetti, accedi al sito ufficiale di Smau Milano 2015 – Progetti.

Marcinha Braghiroli

Share this:

Leave a Reply

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

5.291 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress