Nexus 5X e Nexus 6P: “X” come Nexus e “P” come Premium +

Nexus 5X e Nexus 6P: “X” come Nexus e “P” come Premium +

Durante un evento a San Francisco, Google ha presentato gli smartphone Nexus 5X e Nexus 6P, rendendone note le nuove caratteristiche, ricercate in accordo con la LG e con la Huawei.

I due eredi del Nexus 5 e 6 sono dotati di Sistema Operativo Android 6.0 Marshmallow che, tra le sue peculiarità migliori, permette di risparmiare energia grazie ad un sistema di sospensione e ad uno stand-by delle app usate di rado, preservando così il funzionamento del dispositivo per le attività più importanti.

Inoltre, il nuovo SO evita di dare accesso illimitato alle app, consentendo all’utente di prendere decisione su cosa e quando condividere, potendo, ulteriormente, disattivare le autorizzazioni nel caso fosse necessario.
Accanto a quest’ultima novità, che costituisce un’importante caratteristica del dispositivo alla luce di una sempre più marcata esigenza di sicurezza, si aggiunge Nexus Imprint, che offre la possibilità di sbloccare e bloccare il device in modo rapido, tramite l’uso delle impronte digitali, risparmiando al consumatore la scelta di un codice numerico per lo sblocco/blocco dello smartphone.

NEXUS 5X
Il Nexus 5X, in soli 136 grammi di prodotto, possiede uno schermo FDH da 5,2 pollici e 423 ppi, un’elegante scocca in policarbonato e due speaker stereo frontali. La fotocamera di 12,5 megapixel permette di girare video in 4K e slow motion a 120 frame/s; la fotocamera anteriore è di 5 megapixel.

In aggiunta, il device è dotato di processore Qualcomm Snapdragon hexa-core a 64 bit da 1,8 Ghz, di 2GB di RAM e da memoria interna da 16 o 32 GB. Nexus 5X sarà disponibile nei colori nero, bianco e azzurro nelle versioni da 16 GB e 32 GB, con batteria da 2700 mAh, in riferimento alla quale si può notare un miglioramento del 20% rispetto alla versione precedente.

NEXUS 6P
Passiamo ora al primo Nexus con corpo in alluminio, il modello 6P, munito di un display che ricopre il 74% della superficie, ai cui lati si trovano gli speaker stereo. Lo smartphone in questione, spesso solo 7,3 mm presenta un processore Qualcomm Snapdragon 810 octa-core da 2 Ghz a 64 bit, 3 GB di RAM e 32, 64 o 128 GB di memoria.

Nexus 6P è dotato di fotocamera principale, che può essere attivata con un doppio click sul tasto di accensione, da 12,3 megapixel, slow-motion a 240 frame/s e burst-mode a 30 immagini/s che consente di creare le famose gif; la fotocamera anteriore è di 8 megapixel. La peculiarità della fotocamera sta nel catturare – a quanto dice Dave Burke – il 92% di luce in più rispetto al Nexus 6, soprattutto in caso di scarsa illuminazione. Il modello presenta una batteria più potente, rispetto al 5X, in quanto di 3500 mAh, che viene ricaricata più velocemente grazie al connettore USB type-c.

In versione argento, nero e bianco vede la presenza di Google app pre-installato, con tanto di Chrome, Gmail, YouTube, Drive ecc, con conseguente possibilità di archiviazione gratuita delle foto e video da ricercare e condividere con facilità.

Stefania Todarello

Share this:

Leave a Reply

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

6.219 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress