La social media analysis con Kobral

La social media analysis con Kobral

La social media analysis, quindi lo studio sistematico delle interazioni sulle pagine social e il relativo engagement, è fondamentale per ogni impresa, che desideri effettivamente comprendere come la sua attività stia andando sulla rete e come è vista dai suoi clienti, ma è anche importante nella condizione in cui si punti ad arrivare ad innescare un feedback positivo e ad aumentare il consenso e l’interesse.

Tra i servizi che ci permettono di analizzare i dati social, emerge Kobral che nato lo scorso 21 aprile, dà la possibilità di effettuare un’analisi specialistica su Twitter e Facebook.
La nostra redazione ha intervistato Diego Cecato, software director di Digital Creative Solution, che ci ha spiegato le caratteristiche di Kobral, il quale servizio presto sarà esteso anche su altre piattaforme social.

1 – Come nasce Kobral?
Kobral ha festeggiato da poco tre mesi di attività. La sua crescita è stata naturale e, dopo un periodo di incubazione e sviluppo, è stato pubblicato online lo scorso 21 aprile, per rispondere ad un’esigenza importante dei nostri clienti, i quali si domandavano come si fa a fare business sul social e come si possa carpire le informazioni utili nel creare discussione sui social network.

Ci sono diverse strategie propinate da anni soprattutto di stampo statunitense, che evidenziano orari giusti per pubblicare e che generalmente consigliano all’utente di inserire foto per ottenere più like. Questi studi si basano su analisi di tipo statistico incomplete e superficiali, perché in realtà i giorni di interazione maggiore variano per qualsiasi persona e qualsiasi pubblico, così le preferenze. Kobral si propone di dare una soluzione a questi problemi in modo personalizzato e preciso, analizzando automaticamente i profili social delle persone che si iscrivono.

2 – Qual è il valore aggiunto che offre all’utente?
Kobral consente di migliorare il “posizionamento sui social” (il personal branding), attraverso l’analisi di come il pubblico si targhetizza.
Nello specifico, rispetto agli altri strumenti di analisi sui social, dà la possibilità di studiare che riscontro hanno i post, quanto engagement è creato, quindi su cosa la persona singola interagisce e su cosa commenta, consentendo all’utilizzatore di effettuare un’analisi microscopica e macroscopica.
Attraverso Kobral si possono percepire le tendenze e creare post sempre più specializzati per un determinato target, nonché anche individuare quali utenti veicolano più engagement sulla pagina/profilo.

3 – Facebook sta penalizzando le pagine fan per quanto riguarda la loro visibilità. Come ci aiuta in questo caso Kobral?
Sì, Facebook sta penalizzando le pagine fan perché il business di Facebook è legato alla pubblicità.
Ma se si riesce a prevedere quante persone sono interessate al contenuto che gli sto proponendo, è possibile ottimizzare il risultato, poiché Facebook dà più visibilità alle pagine che sono in grado di “leggere nella mente dei loro fan” e in grado di dir loro cosa vogliono sentirsi dire.
Il rank offerto da Facebook è determinato da quanto è recente un post, dal numero di interazioni e dalla popolarità che ha il profilo Facebook.

4 – Come funziona Kobral?
Kobral dà all’utente a disposizione un’interfaccia semplice e intuitiva, che tramite una sincronizzazione degli account Facebook e Twitter consente di controllare l’andamento delle pagine, su un’unica piattaforma.
Attraverso Kobral l’utente può associare dei tag manuali ai suoi fan e agli argomenti che pubblica: in questo modo si potrà visualizzare sia quale tipologia di utenti segue un determinato post, sia quali categorie di post hanno più successo.
Kobral è offerto in una versione gratuita con alcune limitazioni, per dare un po’ a tutti la possibilità di visualizzare le informazioni nascoste all’interno di Facebook e Twitter. Sono poi disponibili dei profili a pagamento a partire da 9,99€/mese per gli utenti più curiosi che vogliono ottenere il 100% dalla piattaforma.
Il suo funzionamento si basa su un insieme di algoritmi matematici, che danno origine alla formula dell’amicizia: il Kobral engagement.

5 – Cos’è il Kobral engagement?
Il Kobral engagement è la media di engagement tra i vari profili che si sincronizzano sulla piattaforma e deriva dalla formula dell’amicizia, un insieme di algoritmi matematici, sviluppato in un lavoro svolto al fianco di due psicologi.
Per spiegare cos’è questa formula si può partire da un’esempio: quando incontriamo una persona e la conosciamo, quest’ultima può diventare potenzialmente nostra amica oppure interrompere la comunicazione. Se la comunicazione continua in modo proficuo e costante, l’interazione occasionale può evolversi in amicizia. Nel caso in cui si vada ancora oltre si può parlare di una fase di innamoramento, che culmina in Kobral con l’acquisto dei nostri prodotti e poi in fidelizzazione.

6 – Kobral dispone di un motore semantico?
No, Kobral non ha un motore di analisi semantica, perché le macchine non capiscono il sarcasmo e gli studi a riguardo sono troppo embrionali. Kobral si allontana anche dalla sentimental analysis, che non è in grado di individuare che un commento negativo non è da intendersi tale nel caso in cui sia propositivo e porti al confronto.

Per ulteriori informazioni: Kobral, il sito ufficiale.

Livia Ranieri

Share this:

Leave a Reply

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

4.918 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress