HiCagliari: l’app che aiuta i crocieristi a visitare la città

HiCagliari: l’app che aiuta i crocieristi a visitare la città

Sbarcare nel capoluogo sardo può diventare più interessante con una guida a portata di mano, pronta per essere utilizzata non appena si scende dalla nave da crociera: la web app HiCagliari, risultato del progetto AICA (Artificial Intelligence for Cruise APP), è stata presentata dalla Aiò Sardinia srl., società di servizi turistici, con l’obbiettivo di migliorare l’accoglienza turistica soprattutto di provenienza crocieristica.

Gratuita e disponibile per il sistema operativo Android, l’app è fruibile via web attraverso il sito ufficiale HiCagliari (cliccando su Enter), e a breve sarà disponibile anche per iOS e Microsoft.

Come si utilizza?
Nella schermata principale, HiCagliari presenta un’ampia scelta di itinerari già suddivisi in aree tematiche: History, Culture, Shopping, Taste, Viewpoint e Nature.
Scegliendo su Culture, ad esempio, è possibile individuare cinque proposte interessanti per visitare la città: Sul filo dell’Arte; Tra le Mura, i Bastoni e le Torri; I Luoghi della Fede; Tra Marmi e Pennelli; e Al balcone del Conte. Nella sezione History ce ne sono altri sei, e così via.

hi-cagliari-app-home-percorsi

La scelta di un percorso porta l’utente a navigare su un’altra schermata con una mappa (accessibile anche dal link Accedi alla mappa), informazioni sulla durata, sulla distanza e difficoltà del percorso prescelto, un breve racconto sull’itinerario e la descrizione delle attrazioni incluse, con tutte le informazioni del caso, come orari, prezzi, telefono, indirizzo, sito web, e-mail e altro ancora.

hi-cagliari-percorso-mura

Sull’applicazione, in alto a sinistra, l’immagine dell’elefantino Elly (la mascotte di Hi Cagliari) riporta alla schermata principale, mentre il tasto < ci consente di tornare indietro.
A destra invece si trovano i tasti per accedere ai social (Facebook e, a breve, anche Instagram e Twitter).

Nel 2015, secondo la società Aiò Sardinia, Cagliari aveva in programma 32 nuovi scali fino a novembre, con un totale di passeggeri stimati intorno a 240mila.

Troppo spesso incontriamo turisti spaesati, che arrivano in via Roma dopo lo sbarco e non sanno da dove cominciare la loro visita,  ci spiega Davide Gorgerino, titolare dell’Aiò Sardinia.
Il rischio è che vaghino a caso, che non colgano appieno tutte le potenzialità offerte dalla città e lascino Cagliari senza un’impressione profonda, necessaria invece per farsi portavoce delle bellezze della città e per stimolare il desiderio di replicare il soggiorno anche al di fuori del mercato crocieristico, con permanenze di maggior durata nelle strutture ricettive locali.

Per questa ragione, l’app è in costante aggiornamento e nuovi itinerari potranno essere suggeriti dagli stessi utenti.

Marcinha Braghiroli

Share this:

Leave a Reply

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

9.895 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress