Il Regno Unito: un alveare di innovazione all’Expo 2015

Il Regno Unito: un alveare di innovazione all’Expo 2015

Caratterizzato da un uso innovativo del design e ispirato alla tecnologia britannica di Martin Bencsik, fisico ed esperto di monitoraggio degli alveari, il Padiglione Regno Unito all’Expo 2015 non solo si presenta al visitatore dal punto di vista scenografico ricco di elementi all’avanguardia, ma anche come emblema di quella fusione tra tecnologia e natura, che punta a nutrire il Pianeta.

Il visitatore, arrivato di fronte al Padiglione, è invitato da subito a percorrere un viaggio all’interno di un frutteto, per poi giungere in un prato verde e ricco di fiori selvatici.

frutteto-prato-alveareInfatti, un breve video, incastonato nel legno, introduce l’ospite al suo percorso e lo porta a proseguire: come un’ape mellifera che arriva al suo alveare, il visitatore potrà sia assaporare i profumi, sia sentire i suoni tipici che accompagnano questo insetto durante il suo tragitto.

Il viaggio termina di fronte ad un grande alveare di alluminio, dove effetti audiovisivi rendono l’esperienza immersiva e totalizzante.

Al centro, subito sotto l’alveare, visitabile anche nel suo interno, si trovano dei sensori che catturano le vibrazioni e movimenti delle api presenti in un alveare di Nottingham e li riportano vividi nel cuore tecnologico del Padiglione.

Un cammino-esperienza, quindi, che si estende per 1910 metri quadri, racconta il Regno Unito come un paese accogliente, aperto alle imprese e in prima fila nell’affrontare le sfide globali. 

Tra queste emerge il rischio di estinzione degli insetti dediti all’impollinazione: il Regno Unito si preoccupa per la tutela di questi insetti, contando che delle 100 specie vegetali che soddisfano il 90% del fabbisogno mondiale, 70 sono impollinate dalle api.

uk-regno-unito-alveare-alluminio

La struttura anglosassone è stata progettata interamente da Wolfgang Buttress, artista di Nottingham, e realizzata, con la collaborazione dell’ingegnere strutturista Tristan Simmonds e dello studio di architettura BDP di Manchester, dall’azienda newyorkese Stage One.
L’alveare, costruito in alluminio e costellato da mille luci a led, sovrasta l’ambiente naturalistico.

alveare-uk-da-sotto

Livia Ranieri

Share this:

Leave a Reply

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

10.693 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress