Cookie: scade il 2 giugno il termine per adeguare il proprio sito Internet

Cookie: scade il 2 giugno il termine per adeguare il proprio sito Internet

Oggi scade il termine per l’adeguamento del proprio sito alla disciplina dei cookie, come previsto dal provvedimento n. 229 emanato dal Garante per la protezione dei dati personali in data 8 maggio 2014.

Su cosa sono, come funzionano e a cosa servono vi abbiamo già ampiamente riferito nell’articolo Cookie: come tutelarsi, ora desideriamo ricordare ai gestori di siti web che cosa devono fare nel caso in cui ancora non abbiano provveduto a mettersi in regola con le disposizioni dettate a tutela della privacy degli internauti.

Chi deve regolarizzare la propria posizione?

Tutti coloro che hanno un sito Internet, proprio tutti! Non è rilevante che il dominio sia intestato ad una persona fisica o ad una persona giuridica; non è importante che il sito sia la vetrina di un’associazione o di una società o che sia un articolato e-commerce o un semplice blog, il banner che avvisa sull’uso dei cookie e il link all’informativa devono essere presenti.

Cosa occorre fare?

È fondamentale eseguire una mappatura del proprio sito e scegliere quali cookie utilizzare perché effettivamente utili. Sicuramente sono opportuni i cookie tecnici, tra i quali possiamo distinguere i cookie di navigazione, deputati a facilitare la navigazione e la fruizione del sito web, i cookie analytics, atti alla raccolta in forma aggregata di informazioni sul numero di utenti, su come è visitato il sito (è anche un modo per comprendere l’andamento dell’attività) e i cookie di funzionalità, installati per consentire la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (come la lingua) e migliorare il servizio reso al navigatore.

I cookie più pericolosi, dal punto di vista dell’utente, sono quelli di profilazione, in particolare quelli cosiddetti terze parti in quanto adoperati per monitorare e profilare il comportamento degli utenti al fine ultimo di inviare loro messaggi pubblicitari mirati e personalizzati. Non sempre questo particolare tipo di cookie sono funzionali all’attività che attraverso il sito s’intende svolgere, quindi pensate a questo prima di prevederne l’utilizzo.

Una volta individuati i cookie ritenuti più opportuni al servizio che si intende offrire attraverso il sito Internet, si creano il banner e l’informativa estesa, tenendo presente le indicazioni fornite dall’Autorità di Garanzia:

  1. sulla home page di ogni sito web deve comparire un banner di dimensioni tali da costituire discontinuità con i contenuti del sito visitato;
  2. il banner deve avvertire sull’utilizzo di cookie e deve richiedere immediatamente il consenso agli utenti; in particolare, deve avvertire, laddove previsti, della presenza di cookie di profilazione o di cookie terze parti (in questo modo il visitatore sa immediatamente se, prestando il proprio consenso all’uso di tali stringhe, potrebbe ricevere promozioni in linea con le sue abitudini di consumo);
  3. dal banner si deve poter accedere all’informativa estesa che deve contenere tutti gli elementi di cui all’art. 13 del Codice della Privacy; con l’indicazione delle caratteristiche dei cookie presenti sul sito si decide se autorizzare o meno l’installazione dei cookie;
  4. l’informativa deve sempre prevedere la possibilità di negare il consenso all’installazione di qualunque tipo di cookie;
  5. all’interno dell’informativa occorre trovare anche un link aggiornato all’informativa e ai moduli di consenso delle terze parti con le quali l’editore ha stipulato accordi per l’installazione di cookie sul proprio sito; il link dovrà essere un rinvio al sito degli intermediari o dei concessionari.

Infine, ricordate che il sito deve dettare anche la procedura per configurare le impostazioni relative ai cookie direttamente dal proprio browser.

Luciana Spina

Share this:

Leave a Reply

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

4.902 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress