I dieci giochi Android migliori di sempre

I dieci giochi Android migliori di sempre

Diciamo la verità: i giochi sono una componente essenziale del successo e della diffusione degli smartphone. È difficile da immaginare un telefono sul quale non sia installato almeno uno tra Candy Crush Saga, Angry Birds o Temple Run, proprio perché i numeri parlano chiaro.

Tra i cento e i cinquecento milioni: questo è il numero approssimativo di persone che ha scaricato, almeno una volta, una delle app che andremo a descrivere tra poco, che rientrano senza ombra di dubbio nella categoria dei migliori giochi per Android di sempre, insieme a quelli che si trovano nella guida completa di Android Blog.

Basta una semplice verifica per capire la portata di questi fenomeni: scommetto che se prendete lo smartphone di un vostro amico, parente o partner troverete almeno uno dei titoli seguenti. In caso contrario, forse allora vale la pena di far provare a questa persona il divertimento garantito da questi giochi! Anche perché sono tutti gratuiti, il che non guasta.

Candy Crush Saga.
Le caramelline sono dappertutto e da anni ormai si sono imposte come “il” vero passatempo per chi abbia un cellulare o un tablet Android. Serie indefinita di livelli (siamo ormai oltre i 1000 diversi schemi, a cui si aggiungono quelli paralleli della modalità “Sognolandia”), stile di gioco rompicapo anche di ampia difficoltà (classificato come NP-difficile secondo la teoria della complessità), cui si aggiungono colori sgargianti e suoni sfiziosi (come il “Tasty” di apprezzamento declamato dalla voce del gioco quando si mette a segno una buona mossa) sono gli ingredienti base di questo gioco, che come tutti sanno si basa sulla combinazione di tre o più caramelle dello stesso colore per raggiungere un obiettivo (definito e diverso per ogni quadro).

Attenzione alle uova.
Angry Birds è diventato un vero e proprio fenomeno di massa: si sa praticamente tutto di questa serie di giochi, avviata nel 2009, che oggi vanta più di 10 titoli diversi, tra sequel, espansioni tematiche (da Star Wars ai Transformers), sfide di velocità. Tutto nasce dall’ingordigia dei maialini verdi, che rubano le uova degli uccelli provocandone la reazione e la rabbia…

Clash of Clans.
Affinate la vostra strategia per battere il nemico: ecco la filosofia di questo mitico gioco di guerra in tempo reale, che ha appassionato milioni di giocatori. Il gameplay ricorda (almeno ai più “anziani”) quello di Age of Empires o Empire Earth sul PC: qui l’obiettivo è costruire la propria base, reclutare un esercito, entrare in un clan e attaccare gli altri. Anche questo è un gioco scaricabile gratis dal Google Play Store, ma sono disponibili una vasta gamma di aggiornamenti, truppe, edifici e bonus tramite acquisti in app.

Fruit Ninja.
Può sembrare banale, eppure usare il dito (o le dita) come lama di una katana è un ottimo modo per far scorrere un po’ di tempo, ed è anche il concetto che ha guidato lo sviluppo di questa app.
L’obiettivo è come detto molto semplice: sul vostro display spunteranno vari tipi di frutti (dall’ananas al cocco, dalla mela al melone) che bisogna affettare prima che cadano al tappeto per non incappare in una penalità e rischiare di perdere la partita. Disponibile anche la modalità di gioco 1 contro 1, per sfidare un amico attraverso lo split-screen.

Andiamo di corsa.
Tra i giochi più apprezzati ci sono senz’altro quelli che prevedono la fuga da nemici o situazioni di pericolo. I due principali sono Temple Run (con tanto di sequel), dove impersoneremo un poco accorto archeologo che deve scappare da un tempio maledetto, facendo slalom tra percorsi accidentati e scimmie maldisposte, e Subway Surfers, che invece sposta l’azione in aree metropolitane: qui saremo un discolo graffitaro che cerca di sfuggire alle ire di un poliziotto scappando su treni e altri ostacoli.

Facciamo scoppiare le bolle.
Direttamente dai classici arcade delle sale videogioco degli anni Ottanta arrivano titoli come Shoot Bubble Deluxe o Bubble Shooter, nei quali molto semplicemente bisogna liberare il quadro da tutte le bolle presenti, facendole scoppiare attraverso un abbinamento per colore.

Tra strategia e rompicapo.
Where is my water? è la serie di giochi targata Disney, nei quali Swampy l’alligatore si trova nel bel mezzo di un pasticcio, con le condutture interrotte che non consentono più il passaggio dell’acqua fino alla sua abitazione. Il giocatore dovrà ricostruire il percorso nel modo migliore e più rapido, provando anche a raccogliere tutte le anatre di gomma nascoste nei vari livelli.
Plant vs Zombie ci fa invece prendere parte alla battaglia tra zombie e piante, a difesa del nostro giardino. Chiudiamo con Pou, simpatico esserino da accudire in questo “simulatore di vita” (epigono del Tamagotchi, per così dire).

Angelo Vargiu

Redazione

Share this:

Leave a Reply

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

9.889 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress